Il tuo salone

TROVA UN SALONE

TROVA IL SALONE PIU' VICINO A CASA TUA

Geolocalizza la tua posizione

e visualizza i parrucchieri Jean Louis David vicino a casa tua

o

Voglio una frangia facile da pettinare e curare: cosa scelgo?
Voglio una frangia facile da pettinare e curare: cosa scelgo?
Voglio una frangia facile da pettinare e curare: cosa scelgo?
Pettinatura

Voglio una frangia facile da pettinare e curare: cosa scelgo?

Condividi
La frangia è insostituibile se desideri un taglio di capelli di tendenza e di stile. Il punto sta nel trovare quella di cui sarà facile occuparsi e che risulterà semplice da pettinare ogni giorno. I professionisti ti danno i loro consigli per riuscire ad individuare quella che ti si addice di più.   Per una frangia che sia semplice da lavorare bisogna determinare con precisione l’attaccatura dei tuoi capelli. «Un ciuffo ribelle sarà assolutamente vincolante, bisogna dunque trovare una frangia che ne tenga conto. Anche la tipologia è un elemento importante. Se i tuoi capelli sono mossi non adotterai la stessa frangia di chi ha i capelli lisci».   Chi ama dedicare un po’ di tempo per lavorare la pettinatura potrà scegliere una frangia diversa. «Strutturata, mini o grafica. Puoi optare per quella che preferisci, a patto di sapere che ti occorrerà del tempo ogni mattina affinché sia pettinata alla perfezione».   Questa stagione la frangia più frequente è di ispirazione anni ’70. «È molto lunga e arriva fino alle sopracciglia. I lati sono arrotondati ed è imponente. Richiede però cure e necessita appuntamenti regolari dal parrucchiere perché abbia una forma impeccabile».   La frangia più facile da adottare è quella che vive e si sistema da sola. «Tagliata in funzione della tipologia dei capelli e in base ai consigli del parrucchiere, darà facilmente stile alla tua silhouette!»   Il nostro consiglio: Anche la mini-frangia rappresenta un must-have quest’inverno. Se la adotti fai attenzione: è meglio avere i capelli lisci e senza ciocche ribelli!   © Pixelformula / Sfilata  Isabel Marant prêt-à-porter, Primavera-Estate 2011 © Jean Louis David    
Da sapere di più: