Il tuo salone

TROVA UN SALONE

TROVA IL SALONE PIU' VICINO A CASA TUA

Geolocalizza la tua posizione

e visualizza i parrucchieri Jean Louis David vicino a casa tua

o

Ricerca unicamente i saloni con un Girly Style

Trova tutti i saloni per realizzare uno SPEED BRUSH, uno SPEED CURL o uno SPEED UP-DO

No-poo, low-poo
No-poo, low-poo

No-poo, low-poo: cosa sono?

Troppo shampoo elimina lo shampoo? Questa è la domanda che pongono gli adepti del no-poo low-poo. Ma di cosa si tratta? Scopriamolo insieme.

 

Il No-poo, un detox per i capelli

Il trend del no-poo arriva dagli States e consiste nel sostituire gli shampoo tradizionali con prodotti 100% naturali. Meno radicale è invece la tendenza del low-poo, che accetta gli shampoo normali purché abbiano un pH neutro, che siano senza solfati, parabeni e siliconi, e che si usino solo una volta al mese. In entrambi i casi lo scopo è lo stesso: eliminare le sostanze chimiche considerate troppo nocive per la fibra capillare e il cuoio capelluto.

 

Quale corrente scegliere?

I seguaci del no-poo utilizzano solo ingredienti naturali: mischiano l'argilla all'acqua di rosa e all'olio d'Argan per ottenere una pasta che applicano sui capelli umidi e lasciano in posa alcuni minuti. Al contrario, la corrente low-poo predilige shampoo biologici e non chimici.

Un consiglio: se vuoi ispirarti al low-poo, punta su formule a base di proteine del riso, note per le proprietà idratanti e volumizzanti.

 

Provarci sì o no?

Il no-poo è troppo estremo perché rischia di danneggiare i capelli privandoli di alcuni nutrienti essenziali. Ma, se vuoi provare il low-poo, gli shampoo di Jean Louis David sono l'ideale: senza solfati, siliconi né parabeni, contengono principi attivi di origine vegetale che agiscono sulla fibra capillare senza danneggiarla.

Facebook
Pinterest
Twitter

Potrebbe piacerti anche…

Altre notizie

Gli indispensabili di stagione

Trova il tuo salone Jean Louis David